Corre l’anno 1929, prima della Grande Guerra un gruppo d’amici, animato da una forte passione per il calcio, si riunisce per regalare ad un piccolo paese una formazione composta di giovani del posto, nasce la A.S. Cerveteri con base al vecchio campo sportivo, rione Casaccia, teatro di tante sfide emozionanti.

Negli anni settanta i verdazzurri traslocano all’attuale stadio comunale, l’Enrico Galli, intitolato ad uno dei più grandi presidenti della storia cerveterana scomparso prematuramente; con il nuovo impianto arriva anche la Promozione, raggiunta con una memorabile prestazione in quel di Bracciano.

All’inizio degli anni Novanta il Cerveteri acquista il titolo di serie D dall’Anguillara e al termine di una stagione memorabile corona il sogno di approdare nei professionisti con uno storico spareggio contro il Giorgione, seguito da migliaia di cerveterani. Il 1992 è l’anno della C2, la società cerite affronta l’esordio nel calcio professionistico guidata da Vincenzo Ceripa con cui il 12 luglio allo stadio Liberati di Terni, al termine di una buona stagione, conquista la meritata salvezza nello spareggio contro il Teramo.

L’anno successivo il Cerveteri chiude al sesto posto dopo aver dominato il girone per larghi tratti confrontandosi con società del calibro di Rimini, Pistoiese, Viareggio e Prato. Tuttavia questa sarà l’ultima stagione nel calcio che conta con la cancellazione della società A.S. Cerveteri dovuta a dissesti economici e la conseguente perdita dei titoli sportivi. Nonostante il fallimento societario la tradizione calcistica cerveterana viene sostenuta e portata avanti per più di un decennio dalla FCA Cerveteri. Nell’aprile 2007 gli attuali patron Mazzarini e Rinaldi rilevano le quote societarie della FCA salvando la compagine cerite dalla retrocessione in Seconda Categoria.

La stagione successiva vede il nome della società cambiare nell’odierno A.S.D. Città di Cerveteri e con il ritorno del tecnico Ceripa al timone della squadra i verdazzuri conquistano in due anni la Promozione. Il 2013 è l’anno della cavalcata verso l’Eccellenza raggiunta sotto la direzione tecnica di Marco Ferretti. Il sogno Eccellenza dura purtroppo appena un anno , non basta infatti il ritorno in panchina di uno degli eroi del miracolo C2, Daniele Antolovic, a salvare i cervi dalla retrocessione in Promozione, categoria in cui militano tuttora.

Nel settembre 2018 La società viene rilevata dalla Evergas Centro con Ugo Ranieri Presidente. Il nuovo presidente è tutto il nuovo staff sta puntando ad una forte crescita societaria con nuovi stimoli verso la prima squadra
e tutto il settore giovanile.